Equitalia: Al via la rottamazione – Le regole

Dal prossimo anno, via libera alla sanatoria per i debiti con Equitalia pendenti sino al 31 dicembre 2016. Chiunque abbia debiti pendenti verso gli enti pubblici che siano ormai arrivati ad Equitalia o ad un altro gestore scelto da Comuni e Province, potrà richiedere la sanatoria della propria posizione debitoria. Dovrà essere il cittadino, collegandosi al sito www.gruppoequitalia.it entro il 31 marzo 2017, aderire alla sanatoria presentando il modello di domanda con apposita istanza ad Equitalia.

Le cartelle saranno ridotte all’importo originario o quasi, poiché saranno eliminate le sanzioni e gli interessi maturati.

Per chi ha già vecchi piani di rateizzazione aperti, potrà essere richiesto il ricalcolo della rata alla luce degli sconti della sanatoria. Se il contribuente ha già pagato rate tali da coprire l’ammontare del debito così come ricalcolato dal Concessionario, allora non dovrà pagare più nulla.

Il pagamento della prima rata di debito, farà cadere i piani di dilazione vecchi. Naturalmente per aderire alla sanatoria sarà necessario rinunciare ad eventuali contenziosi o cause in corso con Equitalia.

Per sapere se si hanno debiti o meno con Equitalia si potrà accedere al relativo sito internet alla pagina “estratto conto”, che contiene informazioni sul contribuente dal 2000 sino ad oggi.

 

About Sabrina Malaguti

Avvocato, iscritta all’Albo degli Avvocati di Reggio Emilia. More Posts

Leave a comment

Your email address will not be published.


*