info@malagutigarlassi.com
+39 0522 184 1727

Single Blog Title

This is a single blog caption

Irlanda: lnvestment Partnership Act

L’Investment Limited Prtnership (Amendment) Act, 2020 e’ stato convertito in legge nel mese di dicembre 2020. Lo scopo e’ quello di modificare la legge del 1994, che governa la creazione e la gestione di investment limited parnership irlandesi (ILP).

La nuova legge si propone di promuovere le ILP come forma societaria per implementare le strategie di investimento in Europa. Oltre a rendere piu’ attuale la forma societaria delle ILP in linea con altri veicoli di investimento irlandesi, le modifiche introducono miglioramenti al funzionamento di tale figura societaria.

La costituzione di una ILP e’ soggetta all’approvazione della Banca Centrale d’Irlanda e le ILP sono regolate dalla Banca Centrale in linea con le previsioni contenute nell’AIF Rulebook della Banca Centrale. Una ILP si considera validamente costituita solamente a seguito dell’emissione, da parte della Banca Centrale, di un certifico di autorizzazione, nel rispetto dei requisiti previsti dalla legge sulle ILP.

Tutte le ILP devono essere autorizzate e regolamentate dalla Banca Centrale. Le ILP sono regolate nel rispetto dei requisiti dell’AIF Rulebook e categorizzate come Retail Alternative Investment Funds (RIAIF) o come Qualifying Investor Alternative Funds (QIAIF). I RIAIF devono presentare i prospetti di offerta principale alla Banca Centrale per essere sottoposti a revisione. Tuttavia, i QIAIF possono usufruire di una procedura semplificata, in base alla quale i documenti societari, i prospetti di offerta principale ed i contratti devono essere depositati il giorno antecedente alla loro approvazione.

La legge del 2020 riconosce la possibilita’ di costituire ILP ombrello con piu’ comparti di passività separate. Cio’ garantisce agli asset manager una notevole flessibilità di strutturazione e consente di accogliere diverse strategie e tipologie di investitori all’interno di un’unica struttura globale, preservando allo stesso tempo la separazione delle responsabilita’ (ovvero le attivita’ di un comparto non possono esonerare da responsabilita’ un altro comparto nello stesso ombrello). Il concetto di struttura ad ombrello e’ un modello ormai riconosciuto. La possibilita’ di utilizzare tale struttura in una ILP offre la possibilita’ di ottenere benefici dal punto di vista gestionale ed economico.

La responsabilita’ dei limited partner (LP) e’ limitata all’ammontare della loro contribuzione nella ILP, a meno che non svolgono alcune attivita’ collegate alla gestione ed al funzionamento della ILP.

Tipicamente, se un LP si occupa della gestione della ILP, potrebbe venir meno la sua responsabilita’ limitata in relazione alle perdite derivanti dallo svolgimento di tali attivita’. La legge del 2020 offre una lista, non esaustiva, di attivita’ che un LP puo’ svolgere in relazione alla ILP e che non sono considerate attivita’ di partecipazione alla gestione della ILP e, conseguentemente, non compromettono la limitazione della loro responsabilita’. Le previsioni contenute nella legge relative alla partecipazione dei LP in tali attivita’ sono in linea con gli standard industriali generalmente riconosciuti, ovvero partecipazione al consiglio d’amministrazione o comitati, investigazioni, revisioni, ricevere informazioni relative ai bilanci o agli affari societari o approvare modifiche all’accordo di partnership (LPA).

Per offrire maggiore flessibilita’ e semplificare il processo di modifica di un LPA, la nuova legge ha rimosso il requisito che richiedeva a tutti i LP di approvare la modifica di un LPA e le modifiche sono ora consentite se approvate dalla maggioranza dei general partner o dalla maggioranza dei LP. La legge, inoltre, permette l’adozione di alcune modifiche senza che sia necessaria l’approvazione dei limited partner se il depositario certifica che le modifiche all’accordo non sono pregiudizievoli per i partner. La legge permette, poi, all’accordo di prevedere specifiche disposizioni relative alla definizione di “maggioranza dei partner”. Gli asset manager hanno ampia flessibilita’ nel determinare la metodologia piu’ appropriata da utilizzare.

Le previsioni relative agli LPA descrivono le questioni relative all’inadempimento dei limited partner delle loro obbligazioni. Le opzioni disponibili per i general partner nel caso di inadempimento da parte dei LP sono descritte negli LPA. La legge del 2020 prevede le seguenti opzioni in caso di inadempimento:

  • riduzione, eliminazione o decadenza di interessi nella partnership;
  • subordinare l’interesse del partner inadempiente agli interessi dei partner non inadempienti;
  • effettuare una vendita o decadenza dell’interesse del partner inadempiente.

La legge sottolinea che le previsioni contenute negli accordi in relazione alle conseguenze per gli investitori inadempienti non saranno inapplicabili unicamente sulla base del fatto che potrebbero essere di natura penale.

I LP possono ricevere dal capitale dell’ILP un pagamento che rappresenta la restituzione di qualsiasi parte del loro contributo nella ILP soggetto ai requisiti del LPA. Al fine di garantire che tali pagamenti possano essere richiamati se necessario, LPA prevedera’ delle disposizioni che affrontano la questione del rimborso delle distribuzioni da parte dei partner in circostanze specifiche.

E’ possibile trasferire limited partnership costituite all’estero in Irlanda. La richiesta deve essere presentata alla Banca Centrale ed il procedimento e’ simile a quello previsto per la costituzione e le autorizzazioni delle ILP.

E’, inoltre, necessario mantenere un registro dei beneficiari effettivi della ILP e inviare tali informazioni alla Banca Centrale, cosi’ che possano essere registrati nel registro dei beneficiari.

Il beneficiario effettivo di una ILP e’ qualsiasi soggetto che:

  1. detiene, in modo diretto o indiretto, piu’ del 25% del capitale sociale o dei profitti della partnership o piu’ del 25% dei diritti di voto nella partnership; o
  2. controlla con altre modalita’ la partnership.

La Banca Centrale ha pubblicato un documento (Consultation Paper) sulle linee guida normative che, previo feedback degli stakeholder, descrive le caratteristiche delle classi di azioni di QIAIF di tipo chiuso che perseguono strategie di private equity o investono in altre attività (“CE QIAIF”). La consultazione si occupa di:

  • emissione di interessi a un prezzo diverso dal NAV;
  • esclusione di alcune disposizioni;
  • Stage investing; e
  • Partecipazione alla gestione di classi di azioni specifiche (ossia meccanismi di carry interest/ waterfall).

Leave a Reply