info@malagutigarlassi.com
+39 0522 184 1727

Single Blog Title

This is a single blog caption

Imposta di successione nel Regno Unito: novità 2015

Tassa di successione 2015Nel Regno Unito la tassa di successione è una “Estate Tax”, cioè riguarda tutti gli assets.

L’imposta di successione, o IHT, è dovuta solo se il valore degli assets, incluse le attività detenute in trust e le donazioni fatte nei sette anni precedenti il decesso, superano la soglia di esenzione, chiamata Nil Rate Band, in vigore alla data del decesso.

La soglia oltre la quale l’imposta di successione è dovuta ammonta a 325,000 sterline.

L’imposta si applica nella misura del 40% sul valore degli beni che superano tale soglia.

Per molte persone la parte più consistente dell’eredità familiare consiste negli immobili il cui valore, visto l’andamento del mercato immobiliare, supera facilmente la Nil Rate Band.

Per questo motivo il governo aveva già annunciato che avrebbe introdotto un ulteriore sgravio fiscale col nome di “Main Residence Nil Rate Band” e che sarebbe stata applicata alla residenza principale nel caso in cui il suo valore avesse superato la soglia delle attuali 325,000 sterline.

Lo sgravio si sarebbe applicato sui soli immobili adibiti ad abitazione principale del de cuius e lasciati in eredità ai figli od ai nipoti.

A Settembre 2015 si terrà un ulteriore consulta in sede di pianificazione della Finanziaria 2016 ed in tale occasione sarà possibile avere maggiori chiarimenti a riguardo.

Al momento gli elementi chiave sono i seguenti:

  • Il nuovo sgravio sarà introdotto a partire da Aprile 2017.
  • Inizialmente sarà pari a 100,000 sterline per l’anno fiscale 2017/18 e raggiungerà le 175,000 sterline per l’anno fiscale 2020/21. Per una coppia, le 175,000 sterline stanziate da questo nuovo sgravio aggiunte alle esistenti 325,000, per ciascun coniuge, porterà lo sgravio massimo concesso dal Governo ad 1milione di sterline.
  • Lo sgravio si applica solo in caso di morte e non per trasferimento tra vivi.
  • Il valore della proprietà si intende al netto di eventuali passività che gravano sulla stessa come per esempio mutui.
  • L’immobile si qualifica ad ottenere tale sgravio se è stata residenza principale del defunto; In caso di più immobili saranno i rappresentanti del defunto ad indicare quale proprietà debba qualificarsi come residenza principale. Questo, però, sarà possibile solo se l’immobile è stato, almeno in un dato momento, residenza principale del defunto e non se si tratta di un investimento immobiliare acquisito ai soli fini di essere affittato e nel quale il defunto non è mai vissuto.
  • La proprietà deve essere lasciata in eredità ai discendenti diretti: figli, nipoti, pronipoti, etc.
  • Lo sgravio spettante al coniuge deceduto è trasferibile al coniuge superstite.
  • Per gli immobili di valore superiore ai 2milioni di sterline lo sgravio verrà diminuito di 1 sterlina ogni 2 sterline eccedenti il valore di 2 milioni.
  • La Finanziaria 2016 prevedrà’ che, se parte della Main Residence Nil-Rate Band è andata persa, perché il de cuius aveva venduto la sua abitazione per comprarne una più piccola e di minor valore o se aveva venduto la proprietà senza riacquistarne un’altra a partire dall’8 luglio 2015, tale parte di sgravio potrà essere recuperato ed utilizzato a condizione che il defunto abbia lasciato tale immobile, o beni di valore equivalente, ai discendenti diretti.

Questa misura consentirà di ridurre l’imposta di successione nei casi di trasferimento degli immobili ai discendenti diretti.

Marina d’Angerio
Dottore Commercialista in Torino
ICAEW Chartered Accountant

Leave a Reply