info@malagutigarlassi.com
+39 0522 184 1727

Single Blog Title

This is a single blog caption

Regno Unito: ultimo report del MAC in materia di immigrazione

Il Comitato Consultivo sull’Immigrazione (MAC) ha pubblicato il tanto atteso rapporto sull’immigrazione nello Spazio Economico Europeo composto da 131 pagine.

Le raccomandazioni fatte al governo possono essere riassunte come segue:

  1. Il governo si dovrebbe focalizzare sull’immigrazione di persone altamente qualificate, così da limitare l’immigrazione di persone poco qualificate;
  2. Non ci dovrebbe essere una corsia preferenziale per i cittadini europei;
  3. Il visto Tier2 (generale) dovrebbe essere applicato anche ai cittadini europei;
  4. Abolizione dell’esistente limite del visto Tier2 – attualmente 20,700;
  5. Ampliare l’ambito di applicazione dei visti Tier2 ai ruoli superiori al livello RQF 3 mantenendo il salario minimo di 30.000 sterline;
  6. Riduzione della burocrazia del sistema dei visti Tier2 includendo l’abolizione del resident labour market test;
  7. Evitare schemi di settore per i lavoratori poco qualificati nel settore agricolo;
  8. Estendere il visto Tier5 per limitare l’immigrazione poco qualificata (mobilità giovanile);
  9. Nessun trattamento preferenziale per il settore pubblico;
  10. Nessuna variazione regionale sul sistema di immigrazione e in particolare sui livelli salariali del Tier2 (il report, in particolare, si riferisce nello specifico a Irlanda del Nord, Scozia e Galles.

Il governo ha confermato che valuterà attentamente le raccomandazioni del MAC ed ha specificato che pubblicherà un White Paper questo autunno spiegando come funzionerà in dettaglio il nuovo sistema. Ha anche confermato che:

  • sarà data priorità ai lavoratori altamente qualificati e poca disponibilità a quelli con poche qualifiche;
  • ci sarà un unico sistema di immigrazione che tratterà i paesi dell’Unione Europea alla pari di quelli extra Ue;
  • i candidati dovranno avere un salario che dovra’ raggiungere una soglia minima salariale in modo tale da garantire che gli stessi non stiano presentando domanda per ricoprire posti di lavoro che possono essere ricoperti da cittadini già presenti in UK;
  • le persone che arriveranno per un soggiorno breve in UK avranno accesso alle corsie per i passaporti elettronici in aeroporto, stazioni ferroviarie e porti, destinate ai cosiddetti turisti ‘fly-in , fly-out’ provenienti da quelli che sono i paesi a ‘basso-rischio’;
  • i candidati idonei per ricoprire lavori altamente qualificati avranno la possibilità di portare i loro famigliari solo se sponsorizzati dai loro futuri datori di lavoro.

Cosa significa questo per i datori di lavoro?

Le aziende che non dispongono già di una licenza Tier2 devono cominciare a pensare a richiederne una e prepararsi per garantire nuove conformità del nuovo regime.

Presentate le raccomandazioni del MAC, la speranza rimane che il governo elimini parte della burocrazia del processo necessario per presentare richiesta per la licenza e anche per la selezione del personale includendo il test del mercato del lavoro.

Queste pratiche aumentano almeno di 3 mesi il processo di reclutamento del personale. In aggiunta, il processo rimane costoso.

Il Comitato consultivo sull’immigrazione, tuttavia, sembra di ignorare la disparità regionale relativa ai posti di lavoro vacanti e ai livelli salariali insistendo sul fatto che uno schema di immigrazione a livello regionale può distorcere il sistema retributivo a Londra e al sud-est del paese.

Leave a Reply