info@malagutigarlassi.com
+39 0522 184 1727

Single Blog Title

This is a single blog caption

Romania: Limitazioni all’uso del denaro contante

imagesA decorrere dal 9 maggio p.v., con l’entrata in vigore della Legge n. 70 del 2 aprile 2015, per gli operatori economici si riduce il limite per l’utilizzo del denaro contante ai seguenti valori:

– per gli incassi, fino a 5.000 Lei/giorno, per operatore;
– per i pagamenti, fino a 5.000 Lei/giorno, per operatore, con un limite massimo giornaliero di 10.000 Lei;
– per gli incassi/pagamenti registrati dai negozi cash and carry, fino a 10.000 Lei/giorno, per operatore;
– per il pagamento di somme a titolo di anticipo in conto spesa, fino a 5.000 Lei/giorno, per operatore, entro il limite massimo giornaliero di 10.000 Lei;
– per gli incassi/pagamenti verso i privati, fino 10.000 Lei/giorno, per persona.

Le operazioni di trasferimento di denaro contante, senza l’intermediazione di istituti bancari, poste in essere fra privati, sono soggette ad un limite massimo giornaliero di 50.000 Lei/transazione.

Il trasferimento di denaro contante è vietato anche quando è effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati.

Il frazionamento in più importi inferiori al limite è però ammesso espressamente dalla norma, nel caso in cui lo stesso sia connaturato all’operazione commerciale, ovvero sia la conseguenza di un preventivo accordo tra le parti identificabile in una vendita a rate.

La norma di riferimento prevede l’esonero dalla limitazione di cui sopra per i versamenti e i prelievi, al fine del pagamento dei salari, di denaro contante dai conti correnti presso istituti di credito autorizzati dalla Banca Nazionale di Romania, per il versamento dei tributi all’erario centrale e per il pagamento di anticipi per spese di trasferta.

È prevista l’applicazione di una sanzione pecuniaria pari al 10%, con un minimo di 100 Lei, sulla somma in contanti trasferita in eccesso, e una sanzione di importo compreso tra 3.000 Lei e 4.500 Lei per la concessione di sconti al fine di incentivare il pagamento in contanti e per i pagamenti inferiori alla soglia artificiosamente frazionati.

Leave a Reply