info@malagutigarlassi.com
+39 0522 184 1727

Single Blog Title

This is a single blog caption

Unione Europea e Regno Unito: qual’e’ la situazione in materia di immigrazione

Come annunciato piu’ volte dal Governo inglese, il nuovo sistema messo a punto da Home Office, che consentira’ ai cittadini europei di richiedere il settled status e rimanere a vivere nel Regno Unito dopo la Brexit, e’ ora parzialmente attivo e verra’ avviato definitivamente entro la fine di marzo del 2019.

In base a tale sistema, i cittadini europei e i familiari di questi che avranno maturato cinque anni di residenza continuativa nel Regno Unito, potranno presentare domanda per il Settled Status.

Coloro che al momento della domanda non avranno ancora risieduto nel Regno Unito per cinque anni, potranno invece richiedere il pre-settled status.

Vista l’incertezza determinata dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea , e le continue negoziazioni in corso sul tema, e’ facile confondersi sulle date principali.

I datori di lavoro, in particolare, dovrebbero essere al corrente su tutti gli accorgimenti e le misure da adottare per aiutare i propri dipendenti a proteggere il proprio status nel Regno Unito e rispettare le date chiave dei prossimi mesi.

I datori di lavoro dovrebbero inoltre tenere in considerazione la futura necessita’ di verificare che i  cittadini europei che intendono assumere abbiano il diritto di lavorare nel Regno Unito.

Tale verifica, infatti, dovra’ rientare nei vari controlli da effettuare prima di assumere un dipendente non inglese.

Un primo controllo verra’ effettuato al momento della selezione del personale, tramite il National Insurance Number, che dovrebbe consentire di verificare lo status di residente del soggetto.

Tuttavia, qualora cio’ non fosse possibile, l’ufficio risorse umane potrebbe avere la necessita’ di assistere tali persone nel reperire la documentazione idonea a provare il proprio diritto di risidere e lavorare nel Regno Unito.

Quanto agli adempimenti che i cittadini europei dovranno porre in essere e alle tempistiche corrette, il Parlamento sta continuando a negoziare e valutare le modifiche alla bozza di accordo.

La situazione, al momento, e’ ancora poco chiara, anche se le possibilita’ che il Regno Unito esca dall’Unione Europea senza accordo sono sempre maggiori.

Al momento, la data prevista per la Brexit e’ il 29 marzo del 2019. Tale data potrebbe essere modificata in caso di eventuali estensioni o proroghe nel processo di negoziazione.

Altra data certa e’ il 30 marzo del 2019, giorno in cui il Settlement Scheme entrera’ definitivamente in vigore.

Quanto ad un eventuale periodo di transizione, che dovrebbe durare dal 29 marzo 2019 al 31 dicembre del 2020, va innanzitutto specificato che detto periodo ci sara’ solamente nel caso in cui il Regno Unito dovessere riuscire a concludere un accordo prima del 29 marzo 2019.

In caso contrario, e cioe’ nel caso in cui non venisse raggiunto alcun accordo sui termini dell’uscita del Regno Unito dall’UE, non vi sara’ alcun periodo di tranzione e il Regno Unito uscira’ definitivamente dall’Unione Europea il 29 marzo 2019.

Le cose cambiano anche per quanto riguarda il termine ultimo concesso ai cittadini europei per poter presentare domanda per il settled status: in caso di accordo, questi avranno tempo fino al 21 giugno del 2021 per richiedere il nuovo status, altrimenti la data ultima sara’ il 31 dicembre del 2020.

Leave a Reply